Provvedimento del Garante contro sistemi di videosorveglianza irregolari

02/05/2012
di roberto

videosorv_25785736_xlIl Garante per la protezione dei dati personali ha dichiarato irregolare il sistema di videosorveglianza utilizzato dal Comando della polizia municipale in una via di Reggio Emilia, stabilendo l’interruzione delle riprese e dichiarando inutilizzabili i dati raccolti attraverso le telecamere. La documentazione è ora nelle mani dell’autorità giudiziaria. Ad innescare la miccia di questa intricata vicenda è stata una segnalazione dello scorso Febbraio su un sito internet, in cui veniva denunciata l’illiceità del sistema di videosorveglianza”[…] installato al primo piano di uno stabile privato ove sono ubicati anche altri edifici privati e abitazioni civili […] senza alcuna previa informativa e tutela sia per chi lavora per il comando di Polizia Municipale, sia per chiunque si trovi a passare nei corridoi di questi palazzi”. A sua difesa il Comando ha affermato che le telecamere, installate a seguito di episodi di vandalismo, avrebbero la funzione di vigilare sugli accessi allo stabile e di garantire la sicurezza degli agenti. Il Comando ha inoltre precisato che “nessuna telecamera è installata ai fini di verifica o controllo del personale dipendente” e che il sistema è dotato di apposita segnaletica, in cui viene indicato la presenza di zone videosorvegliate e di controllo accessi. Quanto dichiarato non è stato ritenuto sufficiente dalle autorità sia per il fatto che le telecamere sono state installate all’esterno –vale a dire in spazi dove transitano i lavoratori, con il rischio di riprenderne l’attività e di conseguenza violarne lo statuto- sia perché la segnaletica obbligatoria sarebbe stata sistemata solo nel 2011, otto anni dopo l’attivazione del sistema. A stabilire se c’è stato reato o meno sarà l’autorità giudiziaria, individuando anche eventuali responsabilità.

Riproduzione riservata ©

ALTRE NEWS

I Big Data: opportunità per le società, ma attenzione alla sicurezza

Siamo di fronte ad un nuovo approccio alle informazioni che, sfruttato bene, potrebbe incrementare la produttività di un’azienda nell’era digitale. E’ quello dei cosiddetti “Big… Leggi Tutto

Università Bicocca, esperti di privacy e sicurezza con il nuovo master DataPro

Per affrontare le sfide poste dalla digitalizzazione, dalla tecnologia in continua evoluzione e dai cambiamenti imposti dal GDPR, la nuova normativa sulla protezione dei dati… Leggi Tutto

Correttivi al CAD – Codice dell’amministrazione digitale

Lo schema di decreto legislativo approvato in prima deliberazione dal Consiglio dei Ministri l’8 settembre 2017 reca disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 26… Leggi Tutto

COLIN & PARTNERS

CHI SIAMO


Consulenza legale specializzata sul diritto delle nuove tecnologie

CONOSCIAMOCI
CHI SIAMO

Cultura e innovazione

SPEECH & EVENTI


Le nostre competenze a disposizione della vostra azienda

I prossimi appuntamenti

Siamo felici di dare il nostro contributo in numerosi eventi che trattano di nuove tecnologie e business digitale sotto vari aspetti. Il nostro apporto si ispira ai temi di interesse legale che, sempre più spesso, coinvolgono l’intera organizzazione.

Inoltre, a cadenza mensile, organizziamo il Colin Focus Day, un incontro di approfondimento gratuito sempre molto apprezzato. A Milano, o in videoconferenza, il Colin Focus Day è occasione di confronto e networking su temi legali-informatici e business.

CONTATTACI

OPERIAMO
A LIVELLO
GLOBALE


Tel. +39 0572 78166

Tel. +39 02 87198390

info@consulentelegaleinformatico.it

Compila il form