Maggiore informazione precontrattuale ed esercizio del diritto di recesso: la Dott.ssa Marlia commenta i punti cardine della Direttiva Europea in materia di E-commerce

13/02/2014
di Leonardo

Inizia il conto alla rovescia per l’entrata in vigore delle nuove direttive in materia di e-commerce. Dal prossimo 14 Giugno vigeranno infatti nuove tutele sui diritti dei consumatori online, rendendo operative a tutti gli effetti le novità apportate  dallo schema di decreto legislativo presentato in CdM il 6 febbraio. ecomm_13019347_xl

Finalmente anche l’Italia ha recepito la Direttiva UE n. 83/2011, così modificando gli artt.45-63 del Codice del Consumo” – ha commentato la Dott.ssa Laura Marlia alla notizia. “Il testo normativo adottato il 3 dicembre 2013 – ha evidenziato – si sviluppa sostanzialmente lungo due linee direttrici: gli obblighi di informazione precontrattuale e l’esercizio del diritto di recesso”.

Il nuovo regolamento potenzia di fatto gli obblighi di informazione nei confronti dell’acquirente, obbligando il venditore a fornire una serie di informazioni precise (caratteristiche del prodotto/servizio, modalità di pagamento, costo, diritto di recesso, etc.) in fase pre-contrattuale. Il piano annovera, tra le regole comuni per tutti gli Stati UE, anche il termine di 14 giorni per la restituzione della merce acquistata online, per corrispondenza o telefonicamente e l’obbligo per i rivenditori di specificare anticipatamente in maniera chiara ed inequivocabile la scelta di addebitare ai clienti i costi della restituzione della merce.

Si ricorda inoltre il divieto di addebito di sovrattasse e costi aggiuntivi nel caso di pagamenti con carta di credito o forme di pagamento elettroniche per cui dovrà essere stabilito un massimale per le sovrattasse e i commercianti non saranno autorizzati ad addebitare ai consumatori una cifra maggiore di quella sostenuta da loro stessi.

L’intervento legislativo italiano – ha concluso la Dott.ssa Marlia – perfettamente in linea con i principi ispiratori che negli ultimi decenni hanno spinto l’Ue a prestare particolare attenzione al settore dell’e-commerce, coadiuva, in tal modo, le esigenze, sempre maggiori, di certezza giuridica, tutelando il consumatore nelle procedure d’acquisto e dell’altro rendendo sempre più competitivo e concorrenziale il mercato interno”.

Riproduzione riservata ©

ALTRE NEWS

Intellectual Property e Web: tutelare il patrimonio

In uno scenario tecnologico in continua evoluzione, il concetto di capitale intellettuale ha assunto un ruolo centrale in ambito aziendale, divenendo uno dei principali asset… Leggi Tutto

Cloud computing, in attesa dell’Europa

La Commissione Europea si starebbe preparando a presentare un piano che regolamenti il cloud computing. Dalla sicurezza alla privacy, dalla frammentazione normativa agli standard. Cosa… Leggi Tutto

ePrivacy e cookies. Novità e integrazioni con GDPR

ePrivacy e cookies, l’Unione europea si esprime nuovamente sui biscottini della rete. Finalmente è arrivato il via libera anche alla Proposta di Regolamento “relativo al… Leggi Tutto

COLIN & PARTNERS

CHI SIAMO


Consulenza legale specializzata sul diritto delle nuove tecnologie

CONOSCIAMOCI
CHI SIAMO

Cultura e innovazione

SPEECH & EVENTI


Le nostre competenze a disposizione della vostra azienda

I prossimi appuntamenti

Colin Focus Day – GDPR e Compliance Software: la metodologia certificata di Colin & Partners

Appuntamento a Milano il 5 febbraio dalle ore 14.00.

Affronteremo i 5 temi chiave della Compliance di cui tiene ampiamente conto la metodologia certificata e lo schema di analisi di Colin & Partners.

CONTATTACI

OPERIAMO
A LIVELLO
GLOBALE


Tel. +39 0572 78166

Tel. +39 02 87198390

info@consulentelegaleinformatico.it

Compila il form