Conto corrente condominiale ed implicazioni privacy

22/04/2014
di Leonardo

Con la riforma introdotta dalla Legge 220 del 11 dicembre 2012, oltre alle nuove regole sull’amministrazione e gestione del condominio, gli amministratori si sono trovati  di fronte a nuovi dubbi interpretativi sull’applicazione delle disposizioni e problematiche connesse di ordine pratico e con ripercussioni in ambito privacy.  security_2345390_xl

In particolare l’attenzione è stata focalizzata al dovere dell’amministratore di aprire ed utilizzare un conto condominiale, in base all’art. 1129 cc, a cui è correlato il potere di ogni singolo condomino di accedere al medesimo per prendere visione ed estrarre copia, a proprie spese, della rendicontazione periodica.

Questo, come è stato fatto rilevare da Confedilizia al Garante nella richiesta di parere del 24 luglio 2013, ha determinato la possibilità di ciascun condominio di controllare le tempistiche dei pagamenti degli altri condomini, appurando la tempestività o il loro ritardo. Ci si è chiesti pertanto se tale situazione non generasse una “lesione al diritto alla riservatezza degli interessati”.

Il Garante, nella risposta del 31 marzo 2014, prot. 10221/88074, lo ha escluso. Partendo dal riconoscimento al condomino dei poteri di cui all’art. 1129 cc e (prendere visione degli estratti bancari/postali del condominio), il Garante ha assimilato la posizione di quest’ultimo a quella del soggetto che richiede copia degli atti o documenti bancari in base all’art. 119 del d.lgs. n 285/1993, ritenendo applicabile alla fattispecie controversa il principio sotteso all’art. 119 di cui sopra.

Riproduzione riservata ©

ALTRE NEWS

Quanto manca alla fattura elettronica?

La direttiva 2010/45/UE del Consiglio dell’Unione Europea del 13 luglio 2010 – recante la modifica della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune di imposta sul… Leggi Tutto

Sistema informatico e i limiti di accesso: senza non c’è tutela penale

La sentenza sull’accesso abusivo ai sistemi informatici Con la sentenza 32666 del 24.07.2015 la 5° Sezione della Corte di Cassazione, torna nuovamente a delineare il… Leggi Tutto

Videofonini. Le regole per rispettare gli altri

Lecite le videochiamate ad uso personale. No, invece, alla diffusione di immagini, anche attraverso Internet, senza il consenso degli interessati. Cautele anche per l’uso indebito… Leggi Tutto

COLIN & PARTNERS

CHI SIAMO


Consulenza legale specializzata sul diritto delle nuove tecnologie

CONOSCIAMOCI
CHI SIAMO

Cultura e innovazione

SPEECH & EVENTI


Le nostre competenze a disposizione della vostra azienda

I prossimi appuntamenti

Colin Focus Day – GDPR e Compliance Software: la metodologia certificata di Colin & Partners

Appuntamento a Milano il 5 febbraio dalle ore 14.00.

Affronteremo i 5 temi chiave della Compliance di cui tiene ampiamente conto la metodologia certificata e lo schema di analisi di Colin & Partners.

CONTATTACI

OPERIAMO
A LIVELLO
GLOBALE


Tel. +39 0572 78166

Tel. +39 02 87198390

info@consulentelegaleinformatico.it

Compila il form






    Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.