Sistemi intelligenti e verifica preliminare: il Garante dice SI’ alla Banca d’Italia

02/07/2014
di Leonardo

Videosorveglianzan risposta alla verifica preliminare presentata dalla Banca di Italia, il Garante si è espresso positivamente in relazione all’installazione di sistemi intelligenti presso la sede amministrativa centrale e delle filiali identificate nella richiesta, che consentono di perseguire finalità di sicurezza degli edifici e dei beni.

Nel provvedimento n. 259 del 22 giugno 2014, il Garante specifica che tra i sistemi di controllo ambientale descritti dall’istante, soltanto quelli riconducibili a “barriera allarme virtuale”, “zona di allarme virtuale” e “riconoscimento presenza persone”, sono idonee a rilevare in modo autonomo, segnalare e registrare comportamenti o eventi anomali.

Solo gli impianti sopracitati rientrano nelle ipotesi in cui la verifica ex art. 17 D.Lgs. 196/2003 è necessaria, contrariamente a quelle residue, proposte dallo Banca stessa, ovvero: sistemi di videosorveglianza abilitati a svolgere le funzioni di  “lettura targhe e identificazione mezzi“,  “motion detection digitale“,  “riconoscimento oggetto abbandonato o mancanza oggetto”, “automazione accesso su chiamata citofonica” e “conteggio”. Quest’ultimi rispondono solo a finalità di antintrusione e supporto safety, ma non avviano altre funzioni  (ad esempio quella di geolocalizzazione).

Il Garante, quindi, fornisce un ulteriore tassello nel quadro delle verifiche preliminari, aiutando i titolari dei dati a comprendere cosa comporti rischi specifici per i diritti e le libertà fondamentali, nonché per la dignità degli interessati, in relazione alla natura dei dati, alle modalità di trattamento o agli effetti che possono essere determinati (3.2.1 prov. Generale del garante 8 aprile 2010).

Riproduzione riservata ©

ALTRE NEWS

Compliance software: la Metodologia certificata di Colin & Partners

Nasce la prima metodologia certificata, a livello nazionale ed internazionale, per la verifica di conformità del software al GDPR La necessità del mercato di maggiori… Leggi Tutto

Mail aziendale: controllo e Privacy. Il commento dell’Avv. Frediani

Tra privacy, diritti del datore e controllo dei dipendenti, molte le sfumature da analizzare. Lo ha fatto, su Punto Informatico e Cor.Com, l’Avv. Valentina Frediani…. Leggi Tutto

L’ICT italiano cresce ma occorre maggiore accelerazione

Incoraggianti anche nel 2016 i segnali di crescita del comparto ICT italiano resi noti da Assinform in collaborazione con NetConsulting Cube. Il digitale (informatica, telecomunicazioni… Leggi Tutto

COLIN & PARTNERS

CHI SIAMO


Consulenza legale specializzata sul diritto delle nuove tecnologie

CONOSCIAMOCI
CHI SIAMO

Cultura e innovazione

SPEECH & EVENTI


Le nostre competenze a disposizione della vostra azienda

I prossimi appuntamenti

Colin Focus Day – GDPR e Compliance Software: la metodologia certificata di Colin & Partners

Appuntamento a Milano il 5 febbraio dalle ore 14.00.

Affronteremo i 5 temi chiave della Compliance di cui tiene ampiamente conto la metodologia certificata e lo schema di analisi di Colin & Partners.

CONTATTACI

OPERIAMO
A LIVELLO
GLOBALE


Tel. +39 0572 78166

Tel. +39 02 87198390

info@consulentelegaleinformatico.it

Compila il form