Sicuri che il vostro database marketing sia conforme alla normativa vigente?

29/05/2015
di Leonardo

comun_8924916_xxlQuali conseguenze può avere un utilizzo “selvaggio” dei dati degli utenti?

Oltre alle conseguenze di una possibile sanzione penale e quelle derivanti da un’eventuale sanzione amministrativa, che può assumere dimensioni rilevanti (fino a 180.000 Euro), una gestione non conforme delle informazioni presenti nei database comporta il rischio concreto di compromettere la reputation aziendale e le possibilità di utilizzo dell’intera banca dati.

Attente valutazioni devono essere fatte anche nella gestione dell’ambito social. Le attività di marketing compiute attraverso queste piattaforme – Linkedin, Facebook e Twitter in primis – devono essere pianificate e gestite secondo un’ottica di conformità dei processi, a partire dalla governance del consenso, fino alle responsabilità dei soggetti coinvolti e alla determinazione delle finalità.

Ugualmente devono essere valutate tutte le eventuali attività di e-mail marketing, senza dimenticare quelle connesse all’utilizzo dei cookies e alla profilazione on-line, come ricorda la prossima scadenza del 2 Giugno imposta dal Garante.

Come tutelarsi? Creando un perimetro di tutela sufficientemente efficace per proteggere i propri investimenti da un lato e i diritti dei titolari dei dati dall’altro.

Un risultato possibile tenendo presenti i principi regolatori della materia, ovvero i pilastri imprescindibili:

  • Analisi preventiva e consultazione database
  • Informativa e gestione del consenso
  • Organigramma dei ruoli rispetto alla gestione dei dati del marketing

Il nostro intervento, partendo dalle peculiari esigenze aziendali, si traduce nell’analisi degli strumenti, adottati o previsti, alla luce dei principi del nuovo Regolamento Europeo (GDPR), del Codice Privacy e dei Provvedimenti del Garante, con particolare attenzione alle condizioni di erogazione dell’attività di marketing, fino al supporto nella creazione del Database o della sua regolarizzazione. Al tempo stesso assistiamo il Cliente nella redazione della documentazione necessaria, comprese le informative e i consensi al trattamento dati e le nomine dei responsabili incaricati, e nell’eventuale notifica del trattamento all’Autorità.

 

Riproduzione riservata ©

ALTRE NEWS

Anac per la tutela del “whistleblower”: quale rispetto per la riservatezza?

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha concluso le consultazioni sulle Linee Guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti. I soggetti interessati dalla materia… Leggi Tutto

Obbligo di comunicazione alle Autorità competenti nel caso di delocalizzazione all’estero di attività di call center

A fronte del fenomeno, sempre più frequente, della delocalizzazione dei servizi di call center in Paesi esteri, il legislatore ha sentito l’esigenza di intervenire con… Leggi Tutto

Spamming: reato?

Dal primo gennaio 2004 entrerà in vigore il Codice di protezione dei dati personali: il Codice garantisce che il trattamento dei dati personali si svolga… Leggi Tutto

COLIN & PARTNERS

CHI SIAMO


Consulenza legale specializzata sul diritto delle nuove tecnologie

CONOSCIAMOCI
CHI SIAMO

Cultura e innovazione

SPEECH & EVENTI


Le nostre competenze a disposizione della vostra azienda

I prossimi appuntamenti

Colin Focus Day – GDPR e Compliance Software: la metodologia certificata di Colin & Partners

Appuntamento a Milano il 5 febbraio dalle ore 14.00.

Affronteremo i 5 temi chiave della Compliance di cui tiene ampiamente conto la metodologia certificata e lo schema di analisi di Colin & Partners.

CONTATTACI

OPERIAMO
A LIVELLO
GLOBALE


Tel. +39 0572 78166

Tel. +39 02 87198390

info@consulentelegaleinformatico.it

Compila il form