ADS Relazione annuale in scadenza: termine ultimo del 15 dicembre 2020

30/11/2020
di Emanuela Pasino

Come ogni anno, si ricorda che entro e non oltre il termine del 15 dicembre 2020, in osservanza degli obblighi derivanti dal Provvedimento del 27 novembre 2008 emanato dall’Autorità Garante in materia di protezione dati personali, recante la disciplina delle misure ed accorgimenti prescritti ai titolari dei trattamenti effettuati con strumenti elettronici relativamente alle attribuzioni delle funzioni di amministratore di sistema, le singole società dovranno predisporre apposita relazione annuale in materia di ADS.

Definizione di ADS ai fini dell’applicazione del Provvedimento del 27 novembre 2008

Si rammenta che si indicano generalmente amministratori di sistema tutte quelle figure professionali finalizzate alla gestione e alla manutenzione di un impianto di elaborazione o di sue componenti. Ai fini del provvedimento in oggetto vengono considerate tali anche altre figure equiparabili dal punto di vista dei rischi relativi alla protezione dei dati, quali gli amministratori di basi di dati, gli amministratori di reti e di apparati di sicurezza e gli amministratori di sistemi software complessi.

Contenuto della Relazione ADS

Nella elazione dovranno essere analizzati gli adempimenti adottati dalle società a fronte delle prescrizioni normative vigenti in materia e dovranno essere altresì esaminati eventuali modifiche e/o criticità rilevate nell’anno di riferimento.

In particolare dovranno essere posti in essere diversi controlli:

  • DI TIPO ORGANIZZATIVO: dovranno essere analizzate le procedure adottate in materia di registrazione dei log degli ADS, di rilascio delle nomine a incaricato ADS, di gestione dei rischi, etc.;
  • DI TIPO TECNICO: dovrà essere analizzata la soluzione adottata per la gestione dei log degli ADS e dovranno essere annotati eventuali eventi anomali, dannosi, con intervento e gestione delle vulnerabilità, etc.

Relazione ADS e GDPR

Si sottolinea che i provvedimenti del Garante italiano continuano ad essere applicati nonostante l’entrata in vigore del Regolamento (UE) 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati, (Regolamento generale sulla protezione dei dati o GDPR), pertanto, ove necessario ed in ottica di accountability, dovranno contribuire all’implementazione delle procedure relative alla gestione dei dati (amministratore di sistema, ma anche marketing, biometrico, videosorveglianza).

Per richieste o dubbi siamo a disposizione, contattataci.

Riproduzione riservata ©

ALTRE NEWS

Manovra Monti: impatto da 0 a 10? 1!

Riduzione oneri in materia di privacy:  e questa sarebbe la riduzione? No cari miei, questa è l’ennesima modifica al Decreto Legislativo  196/2003 che niente modifica…. Leggi Tutto

Speciale Proprietà intellettuale. Marchi, domini e copyright: EUIPO, WIPO e OAPI

Continuiamo la nostra analisi relativa a modalità e forme di tutela del patrimonio IP, focalizzandoci sulle organizzazioni internazionali, ed in particolare E.U.I.P.O. (Ufficio dell’Unione Europea… Leggi Tutto

La spinta di Buttarelli sul Regolamento Privacy

Sono ormai tre gli anni passati dal famoso discorso ‘di lancio’ della commissioner Viviane Reding, senza però che il progetto del Regolamente Europeo sulla Privacy… Leggi Tutto

COLIN & PARTNERS

CHI SIAMO


Consulenza legale specializzata sul diritto delle nuove tecnologie

CONOSCIAMOCI
CHI SIAMO

Cultura e innovazione

SPEECH & EVENTI


Le nostre competenze a disposizione della vostra azienda

I prossimi appuntamenti

Colin Focus Day – GDPR e Compliance Software: la metodologia certificata di Colin & Partners

Appuntamento a Milano il 5 febbraio dalle ore 14.00.

Affronteremo i 5 temi chiave della Compliance di cui tiene ampiamente conto la metodologia certificata e lo schema di analisi di Colin & Partners.

CONTATTACI

OPERIAMO
A LIVELLO
GLOBALE


Tel. +39 0572 78166

Tel. +39 02 87198390

info@consulentelegaleinformatico.it

Compila il form