Home / Servizi / Diritto ICT / Regolamento informatico e Byod

Regolamento informatico e Byod

Nelle aziende sono sempre più diffuse le problematiche connesse all’utilizzo della strumentazione informatica. In particolare, gli ‘equivoci’ più diffusi sono legati alla posta elettronica, alla navigazione ed all’utilizzo improprio dei device.

La prevenzione è l’unica modalità per evitare un utilizzo non adeguato delle risorse informatiche messe a disposizione dall’Azienda. Stabilire in un apposito documento la politica aziendale genera un sufficiente impatto psicologico sugli operatori, consentendo di gestire in trasparenza il rapporto lavorativo e limitare gli effetti negativi di un impiego improprio ed inopportuno delle risorse.

Stabilire quindi le politiche di gestione e conservazione della posta elettronica (PEC inclusa) piuttosto che impostare i diritti di navigazione o di gestione di un pc, riversandole su un documento interno da gestire secondo i principi dettati dalla normativa privacy e giuslavoristica, permette di prevenire contenziosi e di risolvere le vulnerabilità nei rapporti aziendali, nonché di poter utilizzare i dati così legittimamente acquisiti per far valere in giudizio le ragioni aziendali.

 

Vuoi maggiori dettagli in merito a Regolamento informatico e Byod?

Compila il form e richiedi informazioni ai nostri consulenti.

Presa visione dell'informativa, procedendo all’invio della richiesta autorizzo al trattamento dei dati rispetto alla finalità a).

Rispetto alla finalità b) (invio di comunicazioni commerciali delle attività professionali effettuate dal Titolare anche attraverso telefono, sms, mms, posta cartacea ed elettronica):
PRESTO IL CONSENSO, conseguentemente il Titolare PROCEDERÀ al trattamento per la finalità b) sopra specificata.NON PRESTO IL CONSENSO, conseguentemente il Titolare NON PROCEDERÀ al trattamento per la finalità b) sopra specificata.

Don`t copy text!